Spazzolino e dentifricio per combattere la carie

La dura lotta contro il “pericolo carie” ha visto generazioni di mamme in apprensione verso cioccolato, caramelle e tutto ciò che potesse contenere zucchero. Come se i batteri avessero bisogno solo di “zucchero” per sopravvivere e moltiplicarsi. E allora cosa allontana lo spauracchio carie garantendo una dentatura sana?

La carie dentaria è una malattia degenerativa dei tessuti duri del dente, smalto e dentina, causata dai microorganismi presenti nel cavo orale. Questi, insieme a saliva e residui di cibo, si combinano sulla superficie dei denti, dando origine alla placca dentaria. Se non rimossa in modo efficace, la placca può attaccare lo smalto, fino a procedere in profondità, se non curata. I sintomi sono variabili, si va dalla sensibilità al freddo, al caldo, agli zuccheri e agli acidi, fino a nevralgia e dolore diffuso.

Se cioccolato e caramelle non vengono assolti del tutto, spazzolino e dentifricio sono invece i migliori alleati nella prevenzione delle carie. Un ottimo compromesso per un sorriso sano. Ecco qualche consiglio:

– Un buon regime di igiene orale è fondamentale: spazzolare i denti dopo ogni pasto per rimuovere i residui di cibo e impedire ai batteri di attecchire. Questa pulizia va fatta almeno mezz’ora dopo i pasti perchè la demineralizzazione superficiale dello smalto, in atto per l’alto livello di acidità post-prandiale della bocca, combinata allo spazzolamento, può causare erosioni anche gravi della dentatura;
– Utilizzare collutori e filo interdentale ad uso quotidiano per pulire bene i punti difficilmente raggiungibili con lo spazzolino e impedire la formazione di tartaro;
– Nell’alimentazione cercare il giusto equilibrio tra proteine, lipidi, carboidrati, vitamine e sali minerali. I carboidrati semplici (zuccheri) non devono necessariamente essere eliminati dalla dieta, se seguiti da una corretta igiene orale;
– Il fluoro è un elemento particolarmente efficace, e inibisce la formazione di acido. Può essere applicato direttamente sui denti, ma è anche presente in alcuni alimenti, quali the, arachidi e pop-corn;
– Sì a frutta ad alto contenuto di fibre e la verdura: mangiate crude, hanno un’azione autopulente.

Ma la prevenzione, naturalmente, passa anche dallo studio dentistico. Le visite di controllo effettuate ogni 4-6 mesi, consentono certamente una terapia precoce, evitando così lesioni dentarie più gravi. Chiedi pure consiglio ai nostri specialisti per avere maggiori informazioni ad esempio sulla scelta dello spazzolino, oppure sull’alimentazione corretta per i tuoi denti. Approfitta della settimana della prevenzione per un controllo completamente gratuito!

Informazioni sull'autore

Giuseppe La Rosa

Nessun commento

Inserisci un commento